Canossa

Niente Comunione se regalo è smartphone

Ha chiesto espressamente di non regalare smartphone o tablet ai ragazzi che riceveranno la Prima Comunione, pena anche la mancata amministrazione del sacramento. Come riportato da Qn-Il Resto del Carlino e da TeleReggio, per don Giordano Goccini, parroco di Novellara, nel Reggiano, "il problema non è la tecnologia, perché il mondo deve andare avanti, ma è necessario educare i ragazzi rispettando i loro tempi. La Comunione deve essere celebrata con una certa semplicità - ha detto il sacerdote - e invece ho l'impressione che quando si esagera con la cornice il quadro non sia granché. E poi noi adulti - ha aggiunto don Goccini - non ci rendiamo conto della mancanza di educazione che c'è. Dobbiamo insegnare ai ragazzi il senso del limite. Lo smartphone è proprio la tentazione di essere illimitati, di poter comunicare con tutti".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie